Conoscete la favola “La luna nel pozzo”?

E’ un’antica favola del filosofo turco Nasreddin Hoca (1208) e racconta che…

“Una notte Hodja camminava nei pressi di un pozzo quando sentì l’impulso di guardare dentro.
Stupito vide il riflesso della luna nell’acqua e esclamò: “La luna è caduta nel pozzo. La devo salvare in qualche modo!”
Si guardò attorno e raccolse una fune con un uncino, la gettò nel pozzo e gridò: “Afferra l’uncino, luna, e tienilo stretto! Ti tirerò fuori”.
La fune si impigliò in una roccia dentro il pozzo e Hodja tirò verso di sé la fune con tutte le sue forze. Di colpo l’uncino si liberò dalla roccia e Hodja finì disteso per terra. 
Con gli occhi rivolti al cielo vide sopra di lui la luna in alto nel cielo. “Che fatica, ma ne è valsa la pena, sono riuscito a liberare la luna dal pozzo”, disse con un sospiro di sollievo.”

Questo blog nasce in un momento difficile, in cui quasi tutto il mondo e la nostra Italia è in quarantena, per colpa del COVID-19, il maledetto virus. Un gruppo di pedagogiste e pedagogisti, di psicologhe e psicologi, di professionisti dell’educazione ha sentito il bisogno di stare vicino alle famiglie, ai genitori e ai bambini, che stanno vivendo situazioni nuove e complicate, fatte di regole nuove e ferree, fatte di divieti e privazioni, fatte anche di paura e preoccupazione. Questo blog nasce da loro e dalla loro voglia di contribuire e di sedersi a fianco: questo blog nasce per stare accanto alle persone, che stanno cercando una risposta, che cercano di risolvere le situazioni inaspettate e di difficile lettura, che cercano appunto di tirar fuori la luna dal pozzo. 
Questo blog nasce per offrire riflessioni, consigli, punti di vista e prospettive diverse, per offrire sostegno a quei genitori, educatori, insegnanti e professionisti dell’educazione che sentono il bisogno di prendersi cura dell’infanzia soprattutto in questo tristemente storico periodo. Per questo…tiriamo insieme la fune e tiriamo fuori questa luna che è caduta proprio in fondo al pozzo!
M.